Il Vesuvio è in quiescenza, lo afferma il direttore dell’OV

Il 4 gennaio 2014 il direttore dell’Osservatorio Vesuviano, Giuseppe De Natale, ha scritto di suo pugno un comunicato in cui smentisce le notizie catastrofiste in merito al nostro vulcano che sono state pubblicate negli ultimi giorni [ad esempio: qui, qui e qui]:

«In questi giorni circolano su vari siti web, ed anche tramite Facebook, notizie allarmistiche circa lo stato del Vesuvio.Tali notizie sono assolutamente prive di ogni fondamento: sono un collage di frammenti di notizie datate, spesso distorte, e messe insieme per costruire una pseudo-storia assolutamente inventata. Lo stato del Vesuvio è più o meno costantemente lo stesso dal 1944 (ossia quiescente), ed il vulcano non dà alcun segnale che potrebbe far pensare ad una imminente ripresa di attività eruttiva.» (qui)

Il Vesuvio è un topos globale ed è per questo che fa sempre grande notizia, a maggior ragione in un periodo di incertezza come questo. Chi scrive quegli articoli apocalittici (o meglio, che li assembla copiando qua e là) lo fa per pura ricerca dell’audience. Si tratta di sciacallaggio.
Ne ho scritto qui: “Il Vesuvio, una notizia bomba“.
E in quest’altro post provo ad archiviare gli articoli e i post catastrofisti e complottisti relativi al Vesuvio (ed è un lavoro enorme e senza sosta).

– – –

AGGIORNAMENTO del 14 febbraio 2014:
Il 13 febbraio 2014 il direttore dell’OV, Giuseppe De Natale, ha pubblicato il suo secondo avviso dell’anno in merito ad alcune (lievi) scosse sismiche in area vesuviana. Ne ho scritto QUI.

– – –

AGGIORNAMENTO del 23 febbraio 2014:
Le voci allarmistiche sul Vesuvio continuano, come ho scritto in questo post, e, per la terza volta dall’inizio del 2014 [la prima e la seconda], il direttore dell’Osservatorio Vesuviano ha pubblicato una nota per chiarire che il vulcano napoletano si trova sempre nello stesso stato: quiescente.

– – –

AGGIORNAMENTO del 23 febbraio 2014:
Le voci allarmistiche sul Vesuvio continuano e, per la terza volta dall’inizio del 2014, il direttore dell’Osservatorio Vesuviano ha pubblicato una nota per chiarire che il vulcano napoletano si trova sempre nello stesso stato: quiescente.

«AVVISO del 21/02/2014
Negli ultimi giorni si è diffuso, per l’ennesima volta, un allarmismo ingiustificato sullo stato del Vesuvio. Tale allarme deriva, a nostra conoscenza e per quanto riferito dalle persone che ci contattano, da due fonti: la prima è una ricostruzione giornalistica, sembra a firma di un ricercatore americano e che viene riportata ogni volta che si diffondono voci allarmistiche sui nostri vulcani, dei dettagli catastrofici di un’eruzione pliniana del Vesuvio; la seconda sarebbe una errata interpretazione del fatto che, essendo stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la nuova legge sui piani di emergenza Vesuvio, essa diventerà operativa entro 45 giorni. Questo fatto sarebbe stato erroneamente interpretato nel senso che ‘fra 45 giorni diventerebbe operativa (ossia inizierebbe) l’evacuazione’. Questa errata ed assurda interpretazione, che sembra stia ricorrendo sul web tramite i ‘social network’ è, ribadiamo, assolutamente falsa. Nel contempo, ribadiamo ancora una volta che l’attuale stato del Vesuvio è lo stesso che persiste dal 1944 ad oggi, ossia di quiescenza. Non c’è alcuna evidenza di attività anomala che potrebbe indicare una ripresa imminente di attività; anzi, l’attuale sismicità di fondo, che è assolutamente normale su ogni vulcano ed è normalmente registrata al Vesuvio dal 1944 ad oggi, è notevolmente più bassa che nel passato. Quindi, per quanto possa essere spaventosa una ricostruzione giornalistica (o cinematografica) di un’eruzione catastrofica, bisogna comprendere la differenza tra ‘possibile’, ‘probabile’ ed ‘imminente’. Eruzioni estremamente violente del Vesuvio (come di ogni vulcano esplosivo) sono certamente ‘possibili’, ma non sono ‘probabili’ (nel senso che per fortuna sono eventi rari), nè sono tantomeno, assolutamente, ‘imminenti’.

a cura del Direttore Giuseppe De Natalehttp://www.ov.ingv.it/ov/ ».

Annunci

7 thoughts on “Il Vesuvio è in quiescenza, lo afferma il direttore dell’OV

  1. Pingback: Gemellaggi fantasma | Paesaggi vulcanici

  2. Pingback: Scosse vesuviane del febbraio 2014 | Paesaggi vulcanici

  3. Pingback: Il racconto del Vesuvio sulla stampa degli ultimi giorni | Paesaggi vulcanici

  4. Pingback: 1944-2014: 70 anni dall’ultima eruzione vesuviana | Paesaggi vulcanici

  5. Pingback: Aggiornamenti dall’area vesuviana | Paesaggi vulcanici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...